Rimedi contro la noia, per genitori e figli in quarantena

Rimedi contro la noia, per genitori e figli in quarantena

Servono rimedi contro la noia

Questo periodo di emergenza sanitaria sta costringendo a casa un po’ tutti, in particolare i bambini che si son trovati improvvisamente senza scuola, routine abituali e soprattutto senza le loro attività quotidiane preferite. Niente piscina, danza, feste di compleanno, ludoteche, pomeriggi con gli amichetti.

E allora cosa fare per scacciare la noia, mentre si è costretti a stare in quarantena?

Ecco alcune attività stimolanti e divertenti da poter fare a casa con i più piccoli.

Rimedi anti-noia per bambini in quarantena

Il gioco del “cosa manca?”

Basta mettere 4/5 oggetti di uso comune o giochini (che possono aumentare o diminuire in base alle abilità del bambino) sul tavolo e con un telo, bicchiere o recipiente coprire a turno un oggetto. Il bambino dovrà indovinare quale è stato nascosto sfruttando la propria attenzione visiva e memoria.

Divertiamoci ad attaccare

Attaccate più fogli orizzontalmente per creare una lunga striscia, disegnatevi sopra una linea irregolare che sale e scende facendo curve, cerchi ed onde. A questo punto proponete al bambino di attaccare degli stickers su tutto il percorso della linea. Se non avere gli stickers potete stamparli da internet o in alternativa usare dei pezzettini di carta colorati, passate della colla sulla linea per poi attaccare i pezzettini. Questo gioco stimola l’attenzione, le abilità visuo-spaziali, la coordinazione occhio-mano e la motricità fine.

Il Collage

Altra attività che allena attenzione, coordinazione e motricità è quella del collage. Basta disegnare su un foglio due o più figure con il bordo di colori differenti e l’interno bianco. Preparate dei quadratini di carta colorati che il bambino potrà prelevare ed incollare nello spazio bianco del disegno dal colore corrispondente, formando un disegno-mosaico.

Dipingere con i piedi

I bambini adorano questa attività ed anche io! Se temete lo spargimento di pittura dappertutto, non preoccupatevi, mettendo un grande lenzuolo sul pavimento tutto può essere fatto senza sporcare! Quindi in barba alle stanze da gioco immacolate e … via al divertimento! Basta mettere un vecchio lenzuolo a terra, posizionare su di esso un mega quadratone di fogli incollati tra loro (meglio ancora se abbiamo il cartoncino bianco) e creiamo dei calzini con la carta per imballaggi o buste della spesa. A questo punto facciamo divertire i bambini pitturando con i piedini! Il divertimento è assicurato!

Cuciniamo insieme

Possiamo divertirci a preparare varie pietanze e, perché no, un dolce per la merenda! Mettendo le mani in pasta potremo stimolare le abilità fino e grosso motorie dei bambini, impastando, versando, mescolando con cura, ma anche usando stampini per biscotti, decorando ed aggiungendo dettagli quali zuccherini e così via! Non solo! In questi momenti possiamo allenare, in modo divertente, le abilità matematiche e di calcolo tra piccole equivalenze e misurazioni delle quantità degli ingredienti.

La manicure

Creiamo il nostro personale salone di bellezza in casa! Basta del cartone da ritagliate per creare sagome di mani con tanto di unghie disegnate. A questo punto il bambino potrà divertirtisi a mettere lo smalto e a creare tipi diversi di “nail arts” con stickers e brillantini alle proprie “clienti”.

Il gioco delle perle

Infilare pasta o perline aiuta a sviluppare motricità fine e coordinazione occhio-mano. Prendiamo un filo, un nastrino, un laccio di una scarpa (insomma ciò che abbiamo in casa), ed il bambino potrà creare gioielli e collane usando come “perle” pasta di piccolo formato (magari dipingendola prima a proprio piacimento).

Vietato NON annoiarsi

In tutto questo fare e stimolare, è bene non dimenticarci di una cosa: anche la noia è importante per i nostri bambini! Alcuni parlano addirittura di un diritto, e noi psicologi siamo d’accordo!

Nella noia i bambini attivano la loro creatività e fantasia, occorre uno sforzo, infatti, per pensare a cosa fare per “non annoiarsi più”. Per noi adulti sembrerà banale, ma per un bambino scegliere cosa fare o cosa non fare, osservare la vita, pensare a cosa succede e a cosa vogliamo che succeda, equivale ad un vero e proprio esercizio. Quindi, per crescere, ogni tanto è “utile” anche annoiarsi, piuttosto che correre attraverso attività che altri hanno scelto per noi.

Ed a proposito del correre, non dimentichiamo l’importanza della lentezza! Altro diritto fondamentale dei bambini! La lentezza fa bene, aiuta a vivere sereni, combatte ansia e stress.

E quale peggior nemico della lentezza se non la frenesia delle nostre routine quotidiane. Pensiamo a quella del mattino. La corsa ad ostacoli casa-scuola-lavoro.

In questo momento così delicato e particolare siamo stati costretti ad interromperla, approfittiamone.


Hai bisogno di aiuto? Chedi al nostro psicologo online


Benedicta Orlandi

Nessun commento

Pubblica un commento