Vivere una storia d’amore che ci appaghi e che ci renda felici è il desiderio di tutti; avere accanto un partner che ci ami e che ci rispetti anche, eppure spesso capita non essere accompagnati da tutto questo ma, anzi, addirittura essere sminuiti dal proprio partner.

Quando si parla di dipendenza affettiva si parla di una patologia comportamentale che sicuramente può avere delle conseguenze importanti in chi ne è affetto e nella dinamica delle sue relazioni: come mai? Cosa comporta tale dipendenza? Come si manifesta?

Le relazioni intime e amorose sono fonte di felicità e di benessere sotto diversi punti di vista; avere qualcuno al proprio fianco che amiamo e che ci ama è, sicuramente, uno dei desideri di tutti noi perché ci fa sentire completi e anche soddisfatti di ciò che ogni giorno viviamo. Inoltre l’Amore è tutto ciò che ognuno di noi ricerca perché è un sentimento così forte da influenzare anche molte altre sfere della nostra vita.

Quando una storia finisce, non è sempre facile riuscire a ritagliarsi il proprio spazio e stare bene. La fine di una storia, infatti, determina molto spesso ansia e dolore, spesso amplificati dalla dinamica con cui la relazione è stata terminata; ad esempio se si viene lasciati, tendenzialmente, si vivrà la fine di una relazione in modo molto più negativo rispetto a quando si lascia il proprio partner anche se il dolore è vissuto in entrambe le situazioni.

Quando parliamo di relazioni e di storie che finiscono, ci sono sempre tanti interrogativi e punti di vista che appaiono diversi e spesso contraddittori. Sicuramente ci sono delle domande che, almeno una volta nella vita, ci siamo posti proprio perché si tratta di “situazioni tipiche” che abbiamo vissuto.