5 segnali che indicano la presenza di un narcisista

5 segnali che indicano la presenza di un narcisista

Spesso e volentieri sentiamo parlare di narcisismo: in molti utilizzano questo termine, senza sapere davvero cosa sia. Se ci pensiamo bene, tutti noi possiamo essere considerati narcisisti nella misura in cui vogliamo essere apprezzati e amati.

Il disturbo narcisistico di personalità  è caratterizzato da un modello pervasivo di grandiosità, necessità di adulazione e mancanza di empatia.” (DSM-5)

Nella misura in cui amiamo noi stessi: in questo caso siamo in presenza di un narcisismo sano, funzionale ai nostri obiettivi, se vogliamo. Ma se si supera un certo limite, non si può parlare più di un narcisismo sano, ma di un narcisismo patologico. Una vera patologia, insomma.

Disturbo narcisistico di personalità: di cosa stiamo parlando?

Poco fa l’abbiamo detto: parlare di narcisismo patologico significa riferirsi ad una vera e propria patologia: se volessimo dare una spiegazione di questo fenomeno, da un punto di vista psicologico, non potremmo non dire che le persone narcisiste sono innamorate dell’immagine idealizzata che hanno di loro stesse perché, in fondo, non amano quella reale.

Il tutto, ovviamente avviene a livello inconscio: la persona narcisista dunque crea un falso sé come una sorta di protezione e si serve degli altri solo per avere conferme circa la sua grandiosità.

I soggetti affetti da questa patologia, in un certo senso, credono di essere migliori degli altri, quasi inarrivabili, anche se in realtà sono fragili e insicuri. Ma come possiamo fare per capire se siamo in presenza di un narcisismo  patologico?

I 5 segnali del narcisista

Partendo dal presupposto che abbiamo diverse forme di narcisismo, che hanno comunque come unico obiettivo l’affermazione di se stessi, qui ci focalizzeremo sul narcisismo overt, ovvero quello manifestato con l’arroganza e altri segnali.

Senso di grandiosità

Come detto poc’anzi, una persona narcisista nutre la profonda convinzione di essere superiore rispetto agli altri, poiché investita da un alto senso di grandiosità. Questo cosa significa? Che la persona narcisista crede di aver fatto o di fare cose che altri possono solo immaginare di fare, sentendosi migliori degli altri.

Ammirazione  e Successo

I narcisisti, proprio perché credono di essere speciali, pretendono un’assoluta ammirazione e odiano le critiche altrui. Non stupiamoci se fanno di tutto per impressionare e per avere successo.

Assenza di empatia

I narcisisti non sanno minimamente cosa sia l’empatia: non sanno mettersi nei panni degli altri e, per questo, non sono in grado di amare veramente o di provare sensi di colpa. Gli unici sentimenti che sono in grado di provare sono l’invidia ed il disprezzo.

Inoltre, sempre perché totalmente non empatici, sfruttano gli altri per raggiungere i loro scop: sono infatti manipolatori e arroganti e credono di avere sempre ragione.

No alla Conversazione

I narcisisti non sanno cosa sia il confronto, non sanno cosa significhi dialogare: amano parlare solo di loro stessi, senza dare la minima opportunità agli altri di fare lo stesso.

Insomma, non sanno minimamente ascoltare: possiamo dunque dire che non amano dare la parola agli altri e se gli altri se la prendono, non perdono occasione per interromperli.

Forte carisma

I narcisisti sanno come attirare a sè: sono infatti molto carismatici ed è proprio grazie a questo che riescono ad attirare consensi. Il tutto ovviamente ha sempre solo uno scopo: avere un tornaconto personale a livello di gratificazione.

Non stupiamoci se questi individui in un primo momento sono soliti adulare gli altri: appena ottenuto ciò che vogliono, saranno pronti a farli cadere dal piedistallo.

Come trattare un narcisista?

Da quanto abbiamo visto, relazionarsi ad un narcisista può essere complicato e questo è ancora più vero se il narcisista in questione è il nostro ragazzo o una persona a noi altrettanto cara. Cosa fare in questi casi?

Essere consapevoli

Sicuramente il primo passo è quello della consapevolezza: se  ci rendiamo conto della presenza di questi segnali, dobbiamo ammettere a noi stessi che abbiamo a che fare con un narcisista.

Essere forti

Una volta presa consapevolezza di questo, bisogna essere forti: forti nel capire che è difficile cambiare un narcisista. Se un narcisista vuole davvero cambiare, la scelta deve essere primariamente sua: deve intraprendere un percorso con un professionista. Noi non possiamo, e non potremo mai, cambiare qualcuno che non vuole farlo.

Cambiare strada se opportuno

A prescindere da questo, dobbiamo prendere consapevolezza del fatto che dobbiamo accettarli per quello che sono, considerando la portata che tutto questo  può avere, però. Avere a che fare con una persona narcisista può limitare la nostra vita: in questo caso bisogna capire come affrontare la situazione, ovvero decidere se cambiare strada oppure no.

Questo non significa essere egoisti, ma dare priorità al nostro benessere… e cosa può esserci di sbagliato in questo?


Hai bisogno di aiuto? Chedi ai nostri psicologi online


Nessun commento

Pubblica un commento