La salute psicologica può partire da una buona igiene del sonno?

La salute psicologica può partire da una buona igiene del sonno?

Vi siete mai chiesti se esiste una connessione tra una buona igiene del sonno e la nostra salute psicologica? Se vi siete posti questa domanda almeno una volta nella vita,  sappiate che la risposta è un bel sì.

Esistono, infatti, vari disturbi che dipendono proprio dall’alterazione del sonno: questo ci fa capire quanto questo sia importante per la nostra salute, per questo non dovremmo minimizzare nulla in tal senso e fare qualcosa per migliorare.

Quando dormire significa stare bene

Spesso sentiamo dire o diciamo noi stessi “ ho dormito poco, ma  va bene” , oppure “non dormo mai, ma alla fine che cosa importa”: insomma, spesso e volentieri diciamo frasi che in un certo senso sminuiscono l’importanza delle ore di sonno che facciamo e a volte lo facciamo proprio perché non siamo del tutto consapevoli di tale importanza.

Sapere che dormire bene è invece uno degli aspetti cruciali per la nostra salute psicologica significa anche impegnarsi a farlo e dunque stare meglio, in tutti i sensi: tutti noi dovremmo mettere nella lista delle cose da fare proprio “il cercare di dormire bene”, proprio come facciamo con la nostra alimentazione e altri obiettivi che ci poniamo.

Dormire non è un optional dal momento che a lungo andare il corpo e la mente possono arrivare a risentirne, fino a portare all’insorgenza di vari disturbi sia a livello fisiologico che psicologico, perché dormire poco significa concretamente portare il cervello a diminuire la sua capacità di concentrazione.

Non solo, diminuisce anche la propria capacità attentiva, la memoria e di conseguenza peggiorano le varie prestazioni che facciamo abitualmente con un aumento il più delle volte di ansia e sintomi depressivi. Con la deprivazione del sonno vediamo come vari meccanismi siano messi in discussione portando, spesso, alla morte delle cellule cerebrali.

Cosa fare allora e cosa non fare?

Avreste mai detto che il sonno avesse tutta questa importanza? Dormire poco è dunque deleterio, ecco perché bisognerebbe tenere bene a mente alcuni accorgimenti che possono fare la differenza.

Vediamo qui di seguito delle indicazioni che riguardano proprio una corrette igiene del sonno:

  1. Provare ad andare a letto e alzarsi al mattino sempre alla stessa ora.
  2. Evitare di dormire durante la giornata .
  3. Volete fare un piccolo sonno nel pomeriggio? Se proprio non potete evitare, non fatelo dopo le 16:00.
  4. Mangiare sempre alla stessa ora e non cenare dopo le 19:30-20:00.
  5. Evitare caffè o bevande che contengono caffeina dopo le 16.
  6. Evitare di trascorrere troppo tempo a letto anche solo per guardare la TV, altrimenti il sonno diventa più leggero.
  7. Evitare di sforzarsi di dormire se non si ha sonno: per favorire l’addormentamento potete uscire dalla camera e fare qualche altra attività  finchè non vi sentirete assonnati.
  8. Ricordare che la camera da letto deve essere buia, silenziosa: evitare i rumori.
  9. Se praticate attività fisica, evitate di farlo vicino al momento di coricarsi, dunque non fatela nelle tre ore che precedono il previsto orario di sonno.

Tra le altre cose che potete ricordarvi di fare, evitate di fumare prima di coricarvi, poiché la nicotina può interferire con il sonno proprio come le vostre preoccupazioni: per questo è opportuno anche provare a ridurre fattori di stress che possono andare in contrasto con una buona igiene del sonno. In tal senso, potete ricorrere a delle tecniche di rilassamento o  potete anche fare un bagno caldo una o due ore prima di coricarvi.

Disturbi del sonno: perché è importante lo psicologo

Quando si parla di riduzione delle ore di sonno, può anche essere importante l’aiuto di uno psicologo: sicuramente rappresenta una figura esperta e può essere importante il suo aiuto soprattutto se la persona che dorme poco e male presenta irritabilità e poca concentrazione a lavoro o nello studio, se parliamo di giovani, poiché possono prendere vita sentimenti di ansia, proprio perché non si riesce ad essere sul pezzo.

Lo psicologo, in tal senso, può aiutare il soggetto ad essere innanzitutto più consapevole dell’importanza del sonno e ad avere dunque delle abitudini più sane in tal senso. I vantaggi che ne possono derivare riguardano tutta la sfera personale del soggetto che avrà dunque una mente più attiva.

Riflessioni conclusive

Tutto questo è importante saperlo, poiché quasi un italiano su tre dorme un numero insufficiente di ore (meno di 7) e uno su sette sembra riportare una qualità insoddisfacente del proprio sonno. Il sonno, però, lo abbiamo visto, è una delle funzioni primarie, e una sua deprivazione ha effetti nocivi sull’umore e sul sistema immunitario.


Hai bisogno di aiuto? Chedi ai nostri psicologi online


Nessun commento

Pubblica un commento