La fiducia in psicoterapia: come coltivarla

La fiducia in psicoterapia: come coltivarla

Il punto di partenza in una psicoterapia si fonda sulla costruzione di un buon livello di sicurezza e fiducia all’interno della relazione stessa, di modo che il paziente possa intraprendere questo viaggio alla scoperta del sé, costituito da piacevoli scoperte ma anche da paure, esitazioni e blocchi.

Quando parliamo di costruire un rapporto di fiducia in psicoterapia non ci riferiamo solamente allo scambio verbale in seduta, alle azioni suggerite, ma riveste un’estrema importanza il modo di stare in relazione che si realizza insieme soprattutto nell’arco delle prime sedute.

Le parole che accompagnano la risonanza emozionale e la risonanza corporea rappresentano i semi per coltivare la fiducia in psicoterapia.

Cosa è la fiducia?

La fiducia:

  • rappresenta un modo di stare in relazione con sé stessi e con l’altro, dotato di sicurezza, centratura, chiarezza.
  • permette di sentire quando ci muoviamo in un ambiente accogliente, nutriente e amorevole.
  • ci aiuta anche a cogliere gli elementi di pericolo realistici (Es: ostilità, deprivazione, manipolazione…).
  • si muove tra il polo della diffidenza (“Devo difendermi da tutti”) e il polo dell’ingenuità (“Affidarsi ciecamente”). Sfiducia o illusione portano solamente ad una pseudo – organizzazione del sé, ad un tenere insieme le proprie parti e le proprie emozioni vissuto come instabile, incerto, angosciante. Se diffidenza e ingenuità sono frequentemente presenti in una persona adulta sono spesso indice di circostanze traumatiche o relazioni di attaccamento infantili disfunzionali.
  • è collante e calore che consente un reale tenersi insieme, mantenendo vivo e dinamico il sistema – persona.
  • permette di iniziare a porre le basi per un dialogo interno o a ridare impulso ad un dialogo interrotto dal trauma.

Quali sono i benefici di una relazione di fiducia in psicoterapia?

La fiducia che ri-nasce dalla relazione è la fiducia che può essere ri-trasmessa al sé, al sentire e al muoversi nel mondo con maggior sicurezza, benessere, efficacia.

La relazione permeata da fiducia non è una relazione perfetta (“né io, né l’altro siamo infallibili”), ma è una relazione dove c’è spazio per l’errore e c’è spazio per la riparazione, è una relazione tra due modi di essere che condividono somiglianza, capacità di risuonare all’unisono e che al contempo imparano rispetto per la differenza.

E’ una relazione salda che permette di iniziare a guarire dalle ferite del passato, renderle meno potenti, sentire che “noi non siamo queste ferite”, sentire che il passato condiziona sempre meno scelte e relazioni.

La relazione di fiducia in psicoterapia diventa reale possibilità per :

  • promuovere il cambiamento del sé;
  • riparare un attaccamento disfunzionale;
  • raggiungere un livello più alto di crescita e organizzazione.

La relazione terapeutica ci aiuta a recuperare la fluidità che è propria dell’organismo in continuo cambiamento.

Sentirsi visti, accettati, confrontati per “quello che siamo nel qui ed ora” ci aiuta a riaprirci al fluire della vita, a guardare con interesse anche le nostre ombre che precedentemente ci apparivano spaventose.


Hai bisogno di aiuto? Chedi al nostro psicologo online



Nessun commento

Pubblica un commento